HOME

Le informazioni contenute in questo sito hanno esclusivamente scopo informativo e in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento sostituendo il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Benvenuti nel sito dei Tumori del Fegato

Benvenuti nel sito dedicato ai tumori del fegato

La redazione dei contenuti é a cura dall'Unità Operativa Complessa di Chirurgia Epatobiliare diretta dal prof. Luca Aldrighetti.

L'attività clinica e di ricerca di questa Unità è svolta presso l'IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

Per saperne di piùPrenota una visita

Per pazienti affetti da patologie benigne, lo scopo della resezione epatica è preservare la qualità di vita e prevenire possibili complicanze della malattia; inoltre, le patologie benigne sintomatiche trovano nella resezione epatica il loro trattamento definitivo ed ottimale.

tumori benigni
prof. Luca Aldrighetti opera un tumore maligno del fegato
Per i pazienti oncologici, la resezione epatica è un trattamento cardine del percorso terapeutico multimodale in quanto segue o precede trattamenti complementari (chemioterapia, radioterapia, terapie biologiche, procedure radiologiche interventistiche) volti ad ottimizzarne i risultati a lungo termine.

Si tratta di programmi specifici volti a migliorare i risultati della chirurgia per tumore al fegato, ad ottimizzarne le indicazioni e a rendere l’intervento più sicuro ed affrontabile per i pazienti

ALPPS

L’ ALPPS, Associated Liver Partition and Portal vein ligation for staged hepatectomy, è una procedura recentemente introdotta in chirurgia epatobiliare che consiste nell’associazione della legatura della vena porta destra e della transezione del parenchima epatico.

chirurgia del colangiocarcinoma

La diagnosi e il trattamento del colangiocarcinoma perilare necessitano un approccio multidisciplinare con l’intervento sinergico di chirurghi, gastroenterologi, radiologi, oncologi e radioterapisti.

chirurgia laparoscopica

L’approccio laparoscopico alla chirurgia resettiva epatica è di recente introduzione nella pratica clinica e non ha ancora raggiunto la diffusione e la standardizzazione di altri ambiti a causa di peculiari caratteristiche.

Chirurgia robotica

La chirurgia robotica consente di superare alcune delle limitazioni sia della chirurgia a cielo aperto che di quella laparoscopica fornendo al paziente notevoli vantaggi intraoperatori e di recupero postoperatorio.

ERAS

ERAS, Enhanced Recovery After Surgery, è un programma di recupero accelerato che ha ottenuto miglioramenti significativi nei risultati di varie procedure chirurgiche riducendo lo stress peri-operatorio e la disfunzione d'organo.

SEZIONI SPECIFICHE

sezione per i medici

PER I MEDICI

Formazione, articoli scientifici, studi clinici

PER I PAZIENTI

Diagnosi, ricovero, documentazione, dimissione

DOMANDE e RISPOSTE

No, una volta confermata la diagnosi, si esclude la possibilità di degenerazione maligna.

Una volta dimesso piano piano può riprendere le sue attività quotidiane, che dopo circa 15 giorni dall’intervento saranno le stesse che precedevano la chirurgia. Può anche praticare attività sportiva, ma non l’attività agonistica, che potrà essere ripresa dopo circa un mese dall’intervento.

Le cisti epatiche sono cavità presenti all’interno del fegato ripiene di siero.

Si, le cisti semplici possono andare incontro a processi infiammatori/infettivi o a sanguinamento nel loro interno: le cisti che più frequentemente si complicano sono quelle di grandi dimensioni.

L’iperplasia nodulare focale (INF o FNH, acronimo della dizione anglosassone Focal Nodular Hyperplasia) non è facile da diagnosticare con la semplice ecografia; il reperto ecografico è spesso di generica massa epatica senza ulteriori caratteristiche morfologiche.

Le domande e risposte sui tumori del fegato sono aggiornate dall’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Epatobiliare diretta dal prof. Luca Aldrighetti e hanno esclusivamente scopo informativo: in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento sostituendo il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.